Home Accedi   |   Registrazione
 
6. Integrazione Curricolare

La sostenibilità può avere mille declinazioni. Partendo da questo assunto, che bene hanno messo in pratica i paesi anglosassoni nel loro metodo d’insegnamento ad ogni livello, lo sforzo iniziale sarà quello di pensare ad Eco-Schools in maniera “sistemica”, ovvero come ad un contenitore fatto da un metodo di lavoro nel quale l’insegnante può inserire le proprie attività disciplinari.

Nella maggior parte dei casi non si tratta di inventare cose nuove, si tratta semplicemente di organizzarle in maniera sistemica, sinergica e complementare.

Il coinvolgimento del maggior numero di insegnanti, per un programma che ambisce a coinvolgere tutta la scuola è quindi la priorità. Questo spesso non è possibile, soprattutto per una scarsa disponibilità a condividere le proprie esperienze e per la riluttanza di fondo a dover aggiungere un diverso approccio al proprio metodo d’insegnamento. 

Per facilitare la confluenza delle varie discipline nel “contenitore Eco-Schools” è importante che il programma venga allora inserito a monte nel POF della scuola e che lo orienti.  In questa fase il Dirigente Scolastico deve avere già ben chiaro l’obiettivo che ci si sta ponendo a livello gestionale, ma anche didattico.

D’altra parte i temi ambientali non hanno confini disciplinari, si tratta solo di crederci!

Punti di contatto tra i progetti già esistenti nella scuola ed Eco-Schools è un buon punto di partenza …(leggi tutto accedendo all’area riservata).